venerdì 4 novembre 2011

Sorpresa.. Una Portiera!

Venerdì 21 ottobre, ore 19.18 - Crash. Lo schianto.

Come sta signorina?! Ci sente?! Si è fatta male? Mi scusi, non ho guardato prima di aprire la portiera della macchina.. Uddio, ma sta bene?!”
Guardo verso l'alto e vedo una decina di visi di tutti i tipi..
Si, non vi preoccupate, sto bene.. Signora, non è successo nulla. Il pollice è un po' malmesso, ma sto bene.
L'assassina mancata pare mia madre in ginocchio, preoccupata per l'accaduto al punto che quasi mi dispiace vederla in quello stato... E sentirmi disorientata per l'accaduto.
Gigez, tesora ti sei fatta male?! Ti raddrizzo lo sterzo.. E' stata una bella botta per entrambe.. E' ora di correre verso casa.. Pensi di farcela?

Sniff Sniff.. Ed eccomi riparata dagli occhi indiscreti in una traversa piccina di via San Gottardo dove qualche metro prima ho avuto quel contatto repentino che mi ha spaventato un po'.

Cazzo Lau, ripigliati, ti pare il caso di metterti a piangere?!

Pronto Tesoro, mi sono spaventata e un po' scorticata.. Mi vieni a prendere? No anzi, arrivo, ci vediamo sotto casa..”. DriiinDriiin lascio suonare il telefono, probabilmente è Bry che vuole venirmi a prendere ma faccio di testa mia e mi rimetto sui pedali.

Ore 20.30 @ Pronto Soccorso del San Paolo - “Bel dito tumefatto.. Bisogna toglierle l'anello dal pollice, probabilmente ci vorrà l'attrezzo per tagliarlo a meno che non voglia soffrire per evitare di romperlo..”
Phhheeeww.. Che dolore, non sentivo una cosa simile da tanto tempo.. Quasi godibile! Prova a tirare ancora bastardo.. Non cedo.
Altri danni?”
La spalla e il ginocchio sinistro..”
Si accomodi pure nella sala d'aspetto qui a fianco..”
Ore 00.15 Ciao Grittiz, sei stato carino a passare.. Almeno ci facciamo un po' di compagnia..
Ore 4.14 – Ragaz, sono stufa. Andiamo a casa vala..”

Passano le ore e nessuno mi considera. Attendo con pazienza ma mi rendo conto che è tutto inutile.
.. E che dire, questo sistema non funziona.. Pare di vivere nel Terzo mondo.

Sabato 22 ottobre, tardo pomeriggio – Macino alcuni km con la mia amata Pantera Nera per andare dal Terapeuta. Per questa volta mi è andata bene, la portiera non mi ha fermata...