martedì 6 marzo 2012

The past 2 weekends

Sabato 25 febbraio, ore 10:00 Olè Simooo, siamo in bolla, si esce finalmente. Passiamo a prendere Checco e poi ci troviamo alle 10.15 alla fontana di Trezzano anche se non ce la faremo.. Chiamo Gianca.
Dai non oziare. Vieni verso porta Genova, vala'. Siamo un po' in ritardo..”
Ma io ho già fatto 40 km, mica come voi..”
..Dai muoviti, sei proprio un patacca..”
Girello tranquillo, abbiamo preso pure il caffè in piazza a Morimondo. Posto davvero spettacolare..


..Se mi posso permettere, Checco, cerca di frullare il più possibile con il rapporto agile. Vedrai che farai meno fatica.”
In effetti, il Simo non sbaglia mai. Gianca, dovresti provarci pure tu.”


"Dwarf It"- Unida
L'indomani.. Mi sento a pezzi, ho fatto una seratona al Live Forum. Sono rientrata a casa verso le 5.00 ma l'idea di abbandonare la bici il giorno seguente non mi ha nemmeno sfiorata. Ho mandato un messaggio per notificare la mia mancata presenza all'orario prestabilito per uscire un'ora dopo.
Mi sono trovata con il mio personal trainer, Simo, verso le 10.30 e mi sono pure scordata gli occhiali. “Ueh hai proprio una faccia.. Sei sicura di voler fare un giro in bici?”
Certamente, piuttosto muoio. Magari non andiamo fortissimo..”
Ci siamo mossi per andare a prendere un caffè in piazza a Pavia. Giornata spettacolare.


"Emergency" - Girlschool
Piccolo intoppo al rientro: il vento in faccia... NOOOO.. quello che ad ogni ciclista piace prendere solo da dietro (scusate la finezza..).
Mettiti dietro..” Senza pensarci molto, mi sono piazzata dietro per sfruttare la ruota di Simo che di li a poco si è trasformata in una pantera, dove ogni pedalata era un'artigliata per squarciare il dio del vento che soffiava fino a 60 km/h.
Eroico, Simo, grazie per avermi riportata a casa.
“Lau, preparati per il prossimo weekend che si scollina!”
Sabato 3 marzo, ore 8:30 – La vista si perde tra le colline.. Assomigliano molto a quelle romagnole. Soddisfazione, ma molta fatica. Guardo verso la cima e vedo Simo che agilmente e sinuosamente si arrampica con il suo passo deciso.
Non ti preoccupare, prima o poi arrivo!”
Maledizione! A metà dello scollinamento inizia il solito problema all'orecchio sinistro. Mi abbatto ma non mollo.
Al ritorno ci siamo fermati più volte. “Scusami, davvero. Prenderò l'appuntamento dall'otorino nei prossimi giorni perchè il fastidio è incrementato. Il percorso comunque è davvero strepitoso. Sono contenta di aver fatto la nostra prima salita!..”


10 commenti:

  1. Troppi complimenti per un vecchio gregario passista ingrassato.

    Amo la bicicletta, in tutte le sue sfumature.
    Amo dove mi porta.
    Amo, a volte, chi mi fa conoscere durante il nostro tragitto.
    Questa volta mi ha fatto conoscere un compagno speciale.

    Di donne in bici se ne vedono poche, e altrettanto poche sono sensibili come questa dama metallara.

    Grazie per accompagnarmi nelle milioni di pedalate, ovunque per il mondo. Ogni km è un'avventura colorata insieme a te.

    Ci saranno milioni di salite e di km da dividere insieme! N'joy baby!

    Simone.

    RispondiElimina
  2. Grande Lauett, è sempre bello leggere i tuoi topics.. Vedrò magari di far parte di qualche giretto, e futuro topic di questo blog!

    Marco

    RispondiElimina
  3. Ebbene si ma invece di fare le salitelle xche' non siete venuti a fare il muro del pianto ??? Ci siamo divertiti da morire e poi vedere il nostro mito Leo doversi fermare NON HA PREZZO .
    Ps Giancarlo ha frollato tutto l'inverno ora e' tempo di andare a CANNONE .
    vI ASPETTO SABATO MATTINA . Per non farvi cogliere completamente impreparate frollate di venerdi :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beato non fare un cazzo ehh anonimo??!
      Potersi allenare durante la settimana mentre noi ci spacchiamo la testa davanti ai nostri monitor non ha prezzo!

      Elimina
    2. Simo attento la malattina dell'agnello e' in agguato . ahahahah
      dai che adesso con il cambio di orario magari si riesce a fare una sgambatina serale assieme.
      Gianca

      Elimina
  4. Malattina dell'agnello? E che è??! Na malattia strana?!
    Io anche uscendo il sabato e la domenica riesco a tener testa.

    I ciclisti seri hanno un detto: barcollo ma non mollo!

    La mia sgambatina serale potrebbe essere non prima delle 21 se a voi va bene! Io… LAVORO!

    RispondiElimina
  5. ok oggi vado a leroy marlen mi compero una lampada da 12 milioni di lumer la piazzo sulla curva della mia pinarello e si posso fare anche le scorribande notturne .

    RispondiElimina
  6. Ahahahaha! Non di ferma niente mio caro Anonimo!
    Basta una lucetta per uscire e scorazzare di notte!

    Noi domani si va a fare un pò di km…

    Si va alla nostra andatura, si macinano solo km senza andar veloci che ci si spacca le gambe e basta.

    Se lei, signor Anonimo è interessato… ;-)

    RispondiElimina
  7. Simo non sono venuto con voi xche' la signorina non mi ha invitato. ma in compenso ho portato a casa ben 200 km questo week end .
    Ieri mi sono anche tolto una gran soddisfazione di sverniciare un gruppo (cusago team) ci siamo divertiti da matti anche solo nel sentire l'ansimare del loro leader alle mie spalle, tutto e' stato possibile con un ottimo gioco di squadra chiamiamola complicita' di gruppo.
    Sei sempre ben accetto se vuoi venirci a trovare ma vi tocca SVEGLIARVI UN PO' PRIMA LA MATTINA .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianca, lo sai che sei sempre il benvenuto.. Ma avete intenzione di cambiare percorso un giorno?! Con Simo non ci si annoia mai:)

      Elimina